CENTRO DIDATTICO SCIENTIFICO

CENTRO DIDATTICO SCIENTIFICO
SENTIERO NATURA ED OSSERVATORIO ASTRONOMICO


A Tradate, immersa nelle foreste silvestri simbolo del Parco Pineta, sorge una struttura teatro di ricerca e didattica. Una struttura nata per divulgare e diffondere la consapevolezza che comportamenti “ecologici” di tutti possono veramente salvare il nostro pianeta.



SENTIERO NATURA

Varcando il cancello di ingresso ci accoglie sin da subito il Sentiero Natura, arricchito da una serie di pannelli didattici volti ad esemplificare concetti complessi che governano l’ecosistema che ci racchiude, stimolando una maggior consapevolezza degli equilibri naturali ed un conseguente rispetto degli stessi. La sua progettazione si è posta come obiettivi, oltre la finalità didattico-educativa, il mantenimento e la valorizzazione delle specie vegetali presenti e la realizzazione di un percorso paesaggisticamente gradevole e rilassante. Il sentiero si snoda per più di 400 metri attraverso aree didattiche e punti di sosta a partire dalla sezione cosiddetta della “Successione ecologica”, caratterizzata da una zona di brughiera, con presenza di esemplari di Brugo, Ginestra dei carbonai, Felce aquilina, Pino silvestre e Betulla, la cui proliferazione è stata favorita al fine di ricostruire una serie di habitat dell’ampio ecosistema che caratterizza il Parco stesso.

Il prato delle Farfalle e lo stagno didattico rispettano pienamente questa intenzione; riguardo al primo sono presenti erbe ed arbusti con capacità di attirare le farfalle, come la Buddleia di Padre David, anche chiamata “arbusto delle farfalle”, il Corniolo, nutrice di Celastrina argiolus e il Biancospino, pianta nutrice di Aporia crataegi e Iphiclides podalirius. Lo stagno, attraversato da un gradevole ponte in legno, ha lo scopo di ospitare una serie di specie tipiche di questo habitat, comprendenti anfibi, artropodi e vegetali. Due ampie aree ristoro (con raccoglitori di rifiuti!) permettono di rifocillarsi liberamente all’aria aperta o di concedersi una piacevole e rilassante pausa.

Tutto il Sentiero è fruibile da persone con ridotta capacità motoria, essendo realizzato in terreno compattato ed avendo una larghezza minima di metri 1,5. Le varie zone del Sentiero sono caratterizzate da diverse cromie di pavimentazione e il passaggio da una zona all’altra è segnalato dalla presenza di elementi a terra in legno. Lungo lo stesso sentiero si incontra la struttura muraria, perfettamente armonizzata con l’ambiente circostante, la quale offre servizi a disposizione del pubblico con sala conferenze, che nel tempo stesso è aula didattica dotata di attrezzature scientifiche per attività di videoproiezione, microscopia e sperimentazione dimostrativa. L’ala ovest della stessa, visitabile a richiesta, ospita gli uffici della Fondazione Osservatorio Astronomico di Tradate FOAM13, ove equipe di esperti astronomi conducono ricerche e sperimentazioni scientifiche. In prossimità di questa, sorge l’osservatorio astronomico con il suo T65, il telescopio principale…


Se vuoi saperne di più sul Sentiero Natura e il Parco, scarica il libro: "Sentiero Natura: il Parco in 15 fermate"

osservatorio astronomico "Messier13" di tradate

“Non basta guardare, bisogna guardare con gli occhi che vogliono vedere” … questa celebre frase di Galileo Galilei, presa come motto dalla stessa Fondazione, rispecchia perfettamente lo spirito che anima la “FOAM13”; un vero gioiello tecnologico avanzato, centro di divulgazione, didattica e ricerca scientifica. La Fondazione dell’Osservatorio Astronomico di Tradate, con sede presso il Centro Didattico Scientifico, è un centro con grandi potenzialità, composto strutturalmente da Telescopio Principale con la sua Specola, Telescopi Ausiliari, Torre Solare con Laboratorio Eliofisico, Radiotelescopi, Complesso Gnomonico, Sala Conferenze “Salvatore Furia” con 70 posti di capienza, strumentazione CCD per la rilevazione fotografica, pannelli e laboratori didattici e strumentazione informatica. Per la realizzazione dell’ambizioso progetto sono state coinvolte Istituzioni pubbliche e private, tra cui: Parco Pineta e Regione Lombardia (per il finanziamento della progettazione e realizzazione di tutte le strutture murarie e impiantistiche nonché il progetto definitivo del Sentiero Natura), Amministrazione Comunale di Tradate e Provincia di Varese (per il finanziamento di Telescopi Ausiliari, Telescopio Principale, Torre Solare, Radiotelescopi e tutti gli strumenti informatici), Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus (per il finanziamento della strumentazione “CCD”) nonché una cinquantina di appassionati e professionisti di astronomia che donano il loro tempo e la loro professionalità. La FOAM13 oggi è una Fondazione che annovera collaboratori di fama internazionale, cooperazioni con molte università del mondo nonché Osservatori Astronomici Italiani ed esteri. La capacità progettuale, nata delle molteplici competenze messe in gioco, ha portato nel corso degli anni alla nascita di progetti scientifici e divulgativi internazionali tra cui la messa a dimora presso il Centro Didattico Scientifico del primo Albero della Luna in Europa, la mostra di Astronautica con la visita di Walter Cunningham, astronauta di Apollo 7, nonché lo Studio Fotometrico di Stelle Variabili che ha portato alla scoperta di due nuove stelle variabili.


WWW.FOAM13.IT

Apertura al pubblico ed iniziative

Consulta la pagina "Calendario ed eventi" per avere tutte le informazioni relative ad aperture domenicali ed iniziative

ATTIVITA' DIDATTICHE

Se mi dici una cosa posso dimenticarla. Se me la mostri anche, può darsi che me la ricordi. Ma se mi coinvolgi non la dimenticherò più.” È questa l’espressione, da molti attribuita ad un noto filosofo indiano, origine del presupposto con il quale nasce il Centro Didattico Scientifico; sospinto dal desiderio di rinnovare il modo di raccontare la natura, il Parco Pineta si propone come promotore di divulgazione e didattica anche per le scuole esterne all'Area Protetta. La presenza di un professionista dell’universo quale l'Osservatorio Astronomico di Tradate ha permesso la creazione di programmi che coinvolgono sia la disciplina naturalistica che astronomica, molto più interconnesse di quanto si possa pensare.


WWW.CENTRODIDATTICOSCIENTIFICO.IT


Ti è piaciuto l'articolo?